Ubi Math UbiMath

il libro Let’s Math


Aiuta il sito adottando il testo per la secondaria di primo grado "Let's Math. Matematica per il tuo futuro." (versione 2020)

>> Sito Le Monnier Scuola
>> libro ONLINE
>> Per info

L'et's Math

Let’s Math! apre una finestra sul mondo della gare matematiche. All’interno del percorso esercitativo troverete attività tratte dalle principali gare a cui partecipano gli studenti delle scuole secondarie di primo grado.
Il sito è e rimarrà sempre completamente gratuito ma così sarà rivitalizzato e rinnovato, adattandosi e sviluppando il percorso del testo.

il libro WikiMath


Aiuta il sito adottando il nuovo testo WikiMath (2017), che vede Ubaldo Pernigo tra gli autori, per i tipi Le Monnier Scuola Mondadori Education.

>> Sito Le Monnier Scuola
>> Per info

wikimath, nuovo testo 2017

credit

Copyright © 1987-2019 Ubaldo Pernigo - Licenza Creative Commons
UbiMath di Ubaldo Pernigo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso www.ubimath.org.

Rudi Mathematici 131, Anno decimo, ottobre 2009

LogoRudiMathematici Rudi Mathematici 131, Anno decimo, ottobre 2009. Rudi Mathematici – Matematica, Giochi Matematici, Problemi, Indovinelli e Farneticazioni – [Rivista fondata, come UbiMath, nell’altro millennio] # FacebookFacebook


RM131, Dicembre 2009, è in linea:
http://rudimathematici.com/archivio/131.pdf

Ultimo mese dell’anno.
Adesso non fate finta di essere colti di sorpresa: i segnali c’erano da tempo. Fino a qualche anno fa i primi alberi di Natale comparivano solo all’alba dell’otto Dicembre, ma ormai sono anni che appaiono prima della fine di Novembre. Sono preceduti solitamente dai primi panettoni e pandori che si posizionano negli scaffali alti dei supermercati, quasi a far finta di niente, pronti però alla discesa sugli scaffali centrali non appena la magica parola “Dicembre” viene messa a nudo sui fogli dei calendari. Quindi nessuno stupore: anche questo 2009 si appresta a diventare oggetto d’archivio. Se volete a tutti i costi farvi prendere dalla nostalgia, pensate che è ormai un decennio che i numeri degli anni hanno un doppio zero di seguito, come la farina (2001, 2002, 2003…2009), ma che ci vorrà un bel po’ di tempo, dal mese prossimo in avanti, prima di vedere una nuova coppia di anni consecutivi entrambi con tale caratteristica.
Però vale la solita regola: le newsletter si RM sono tredici all’anno, e la tredicesima (come insegnano gli Uffici Paghe) arriva sempre a metà Dicembre. Quindi non possiamo infarcire questa mail già con auguri di buone feste, buon Natale, buon anno nuovo e così via. Dobbiamo tenerceli buoni per l’invio straordinario che veicolerà, in ossequio alla tradizione erremmica, il Calendario di RM. Quindi adesso possiamo solo parlare di dicembre, ma non di Natale e delle feste. Ci avete mai provato? Beh, è davvero difficile.
Ci conviene parlare di matematica, allora. Anzi, proprio del nostro giornalino. Questo sostanzioso numero 131 (numero primo) consta della bellezza di 37 pagine (numero primo): e contiene qualcosa di insolito.
Insolito è, ad esempio, il PM: questo mese il GC si è lanciato nei meandri della “Matematica dell’Influenza”, ovvero nel tentativo di spiegare quanta matematica – e neppure delle più banali – sia nascosta nei meccanismi delle epidemie e delle vaccinazioni. Non sperate di riuscire a capire, leggendolo, se vi convenga o meno vaccinarvi contro la stagionale o l’H1N1; ma state certi che, leggendolo, finirete con l’avere un’idea migliore delle diatribe che sono ancora virulente(!) sul tema.
Insolito è anche trovare di nuovo una recensione nella asincronica rubrica “Era una notte buia e tempestosa”: dopo un anno di assenza, eccola che torna nonostante fosse ricomparsa appena il mese scorso. Il testo recensito stavolta, però, non è semplicemente un testo: è un vero e proprio “figure e testo”, e non vi diciamo di più per non rovinarvi la sorpresa.

Insolito è, soprattutto, il compleanno: non perché non parli di un matematico, no. In realtà parla proprio di uno dei matematici più curiosi e creativi del Novecento; piuttosto per l’autore: i compleanni di solito li scrive Doc, anche se una buona dozzina sono stati scritti da Alice; uno porta la firma di Rudy, e molto tempo fa ne avevamo affidato uno alla prestigiosa penna del Bressanini. Ebbene, questo mese siamo di nuovo di fronte ad un evento straordinario, perché il compleanno è affidato ad uno degli Rmer di più antica data, il nostro L.A.Bachevskij; era un ragazzino o quasi, quando lo abbiamo incontrato sul luminoso sentiero della matematica ricreativa: guardate cosa riesce a fare adesso…
Insolite sono le “Soluzioni e Note”, che ogni mese si ripetono insolite a loro stesse: Alice ogni volta si incanta e si dispera, nel tentativo di far ordine a quanto riuscite a scrivere in merito ai nostri problemi. Ogni volta sogna una standardizzazione dei formati e dei contenuti, ogni volta conclude che il bello di RM è anche e soprattutto nell’assenza degli standard. Del resto, sono anni ormai che sappiamo bene che la parte “prestigiosa” della notoriamente Prestigiosa Rivista di Matematica Ricreativa sta tutta dentro questo capitolo.
Insolito è anche il fatto che, dopo 131 numeri, abbiate ancora voglia di seguirci in questo ambiguo percorso tra matematica e farneticazioni. Persino la Fiat ha smesso di numerare i modelli delle macchine, dopo aver raggiunto il 131 o il 132. Noi, messo in archivio il 2009, continuiamo ancora, finché non sarete voi a dire “basta”. Non fate i complimenti e ditelo, se vi viene da dirlo: ma se non avete voglia di dirci di smettere, beh… non negheremo che potremmo accogliere con delizia cotanta assenza di segnale.
Possiate essere subissati da una preponderante, inaspettata e continuamente crescente serie di piacevolezze.

3 comments to Rudi Mathematici 131, Anno decimo, ottobre 2009